Dottor Amore: consulenza online per problemi sentimentali

Dottor Amore: consulenza online per problemi sentimentali

...più info


Per avere una consulenza privata, specializzata, personalizzata e approfondita via mail, potete richiederla al costo di 9,90 eur, cliccando il pulsante qui sotto.


Consulenza Privata
9,90 €

La consulenza fornita è di tipo puramente orientativo.
Non vuole e non può essere intesa in alcun modo al pari o sostitutiva di una terapia psicologica presso un professionista accreditato.

ci sono 520 messaggi in 104 pagine.
Stai visualizzando la pagina 76
problema d'amore 414sabato 1 agosto 2015

caro dr. amore le scrivo perche' sono tanto infelice. il mio lavoro va male. ho tanti debiti e pensieri da risolvere. anche in amore tutto e' stato difficile. ho avuto due ralzioni con uomini sposati. continuo a vedermi ancora con tutti e due. uno e' il mio grande amore ma dopo * anni mi sono stancata di essere la seconda. lui non mollera' mai il sicuro il tran tran che ha con altra donna. dovrei essere io a troncare ma come al solito non sono capace di fare nulla. mi sento una perdente anche in questo campo e credo che a * anni non si possa pensare di innamorarsi ancora.

----------

Risposta:
Cara amica,
non esiste età per riscoprire quanto sia bello innamorarsi.
Esiste invece una maturità per esigere e mettere in pratica il rispetto verso se stessi.
Non saprei cosa consigliarti sui problemi sul lavora perché non ne ho le competenze, ma posso assicurarti che se inizi a lavorare su te stessa e la tua reale serenità, tutto andrà per un verso migliore.
Se è una relazione stabile quella che cerchi, inizia a prendere in mano la tua vita mettendo tutte le energie nel troncare con ciò che lo impedisce, ovvero le relazioni con uomini sposati. Non otterrai mai nulla se non una continua automortificazione nel non veder realizzati i propri obiettivi.
Da' un taglio netto e coltiva nuovi interessi, frequenta nuovi ambienti e conosci nuove persone. Ma, per il tuo bene, rimani alla larga da situazioni analoghe.

Un saluto,
Dottor Amore

problema d'amore 413sabato 1 agosto 2015

Ciao sono * e o * anni da un po di tempo ho una relazione cn * che ne a * entrambi siamo sposati ma vorrei sapere se tra noi ce sempre quel forte legame o da parte di * si e spento, grazie ciao in attesa di una tua risposta

----------

Risposta:
Cara amica,
indubbiamente dovreste affrontare un dialogo più profondo tra di voi.
In partenza una relazione extraconiugale è tendenzialmente un rifugio dai problemi non superati nella coppia. Quasi sempre, però, questo rifugio diventa col tempo un moltiplicatore di problemi non risolti.
Ti consiglio di prenderti del tempo e cercare in te la risposta, partendo dalle motivazioni che ti hanno spinto ad avere una relazione extraconiugale.

Un saluto,
Dottor Amore.

problema d'amore 412sabato 1 agosto 2015

vorrei sapere se al mio capo interesso. Sono sposata ma non sono più innamorata! desidero sapere se c'e un vero interesse da parte sua, se gli piaccio! Che mi riserva il futuro? Io ho * anni lui * spero di avere una risposta!

----------

Risposta:
Cara amica,
non posso formulare una ipotesi sull'interessamento del tuo capo se non mi fornisci almeno qualche dettaglio della tua situazione.
Tuttavia, leggo che sei sposata e non più innamorata.
Prima di intraprendere nuove relazioni, ti vorrei chiedere quali sono i motivi per cui non ti senti più innamorata di tuo marito? Partendo da questa domanda, potremmo trovare molte più risposte sul tuo futuro.

Un caro saluto,
Dottor Amore

problema d'amore 411lunedì 3 agosto 2015

Buongiorno Dottore Amore. Sono * e ho * anni. Sono una persona diffidente e solitaria. Non apprezzo molto la mia diffidenza, anche se mi regala una zona comfort vera e propria, in cui potere avere la libertà di non accettare chiunque nella mia vita e di poter non aspettarmi niente da quei pochi con cui ho un rapporto. Sono diventata così dopo una delusione cocente nell'ambito dell'amicizia: *, * anni oggi ( * in meno al tempo del fattaccio), mi ha mentito su una sua relazione extra ( era fidanzata), creando una tela in cui alla fine io ero l'amica scema che la difendeva a spada tratta dalle persone della nostra cerchia. Per il mio modo impulsivo ed ingenuo di comportarmi, ho creato il vuoto... Ho chiesto scusa alle persone in questione, ma non ne hanno voluto sapere niente (pure a causa di altri gesti di *)e io non ho insistito, anche per un po' di orgoglio, lo ammetto. Lei ha mentito su tante altre cose, e quelle omissioni, in fondo erano il frutto di una profonda insicurezza, che l'ha fatta diventare manipolatrice e subdola... Comunque: questa cosa mi ha insegnato, ribadisco, ad essere più cauta e lucida, ma sono sempre sul chivalà, col terrore di pettegolezzi e doppigiochi di cui mi sentirei vittima. Mi sento come un riccio paranoico, e non mi piace neanche un po'. Come posso fare per superare questa fase che dura da troppo? Spero di aver scritto in modo chiaro e corretto. La saluto!

----------

Risposta:
Cara amica,
con l'avanzare delle esperienze, è facile che le delusioni aiutino a creare una barriera attorno a se come naturale autodifesa per evitare di soffrire come in passato.
Tuttavia, se permettiamo ai meccanismi di autodifesa ad inspessire troppo la barriera, il rischio è quello di soffocarci dentro. Con la naturale conseguenza di soffrire ben di più di quanto si teme che il mondo esterno possa far soffrire.
Può essere utile fare un ragionamento generale sulla sofferenza e cercare di arrivare ad accettarla come naturale accadimento della vita.
In parole povere: cerca di lasciarti andare un po' di più agli eventi che ti si propongono, non per forza dovrà andare alla stessa maniera. Tieni basse le aspettative, ma vivi il momento. Così, nel caso andasse male, la tua sofferenza sarà limitata. Caso contrario, dovesse andar bene vivrai nuove esperienze, perché no, magari anche piacevoli.
E non scordare mai di cercare di mantenere un atteggiamento il più positivo possibile.

Un abbraccio,
Dottor Amore

problema d'amore 410lunedì 3 agosto 2015

Buongiorno Dottor Amore, le scrivo perché sto vivendo uno dei periodi più neri della mia vita. Le spiego in breve, Io ho * anni e lui *, ci siamo conosciuti attraverso un gruppo di amici e dopo qualche settimana di frequentazione, abbiamo deciso di iniziare una relazione. Sono passati * anni da allora e sono cambiate tante cose. Abbiamo avuto discussioni e litigi ma abbiamo sempre risolto. Ad un certo punto della mia vita ho iniziato ad informarmi sul mondo dei vegani, a livello nutrizionale, di comunità su internet e Facebook e mi sono fatta un'idea: l'alimentazione vegetale è la migliore. Ho iniziato così a mangiare vegano ma i problemi con lui sono iniziati proprio da quel momento. Mangiava bistecche al sangue davanti a me, agli aperitivi prendeva pesce e latticini come se non gliene fregasse niente....e dopo l'ennesima discussione.... lui si è allontanato, dicendomi che la mia è stata una scelta folle e che presto mi ammalerò.Io non so cosa pensare, se lui mi amasse veramente mi accetterebbe, ho davvero sbagliato io? Devo tornare indietro nella mia scelta? mi aiuti per favore! grazie in anticipo!

----------

Risposta:
Cara Amica,
La tua scelta di cambiare stile di vita è coraggiosa e profonda. Senza entrare nel merito del "mondo dei vegani", è indubbio che tali scelte rivoluzionino radicalmente il proprio mondo ed il modo in cui ci si rapporta con gli altri che non condividono la stessa visione. In prima battuta col proprio compagno.
Non avendo vissuto le stesse esperienze e, quasi sicuramente, avendo sensibilità differenti riguardo l'argomento, è facile andare incontro a forti contrasti.
Prova a parlare con lui, con serenità, della bontà delle tue scelte, cercando di coinvolgerlo in interessi per te fondamentali. Forse non riuscirai a fargli cambiare visione, ma punta a cercare in lui quantomeno rispetto per le tue scelte, ricambiando con la stesso rispetto per le sue scelte.
In un clima rasserenato e rispettoso potrai, più avanti, portando l'esempio, dare definitiva prova della bontà delle tue scelte che potrebbero attirare la sua attenzione e, magari, portare ad un avvicinamento ideologico reciproco.
Quindi: sii serena nelle tue scelte e dialoga con serenità, accettando, con amore, anche il suo punto di vista differente.

Un abbraccio,
Dottor Amore

Scrivi a Dottor Amore
Leggi anche le altre risposte, selezionando una pagina qui sotto


LEGGI ANCHE: