problema d'amore 170lunedì 3 agosto 2015

Rimaniamo amici

Gentile dottor amore, le descrivo la mia situazione: Sono * sono stato fidanzato per * * con *. Una ragazza estroversa e indipendente che sin da ragazza ha vissuto da sola e col proprio lavoro. Abbiamo passato due anni di bellissimi momenti ma anche di furibondi litigi. Nell'ultimo periodo in particolar modo lei aveva una gran paura di essere lasciata ed era molto possessiva, ha sempre fatto un grande riferimento su di me appoggiandosi per tutti i problemi che la vita gli presentava. Questo suo atteggiamento mi ha sempre dato una grande sicurezza, se si litigava lei non faceva passare due minuti che veniva a scusarsi e a riparare anche quando torto marcio lo avevo io! Sebbene gli avessi sempre detto che era bello conservare le nostre amicizie nell'ultimo periodo eravamo sempre io e lei. La nostra vita sessuale era diventata una routine mentre nel primo anno del nostro rapporto la descriverei semplicemente come travolgente. Fatto sta che un bel giorno si presenta a casa mia dicendo di non amarmi più, che mi ero rilassato, che non progettavo il nostro futuro e che non si sentiva amata; aggiungendo incredibilmente che voleva più spazio per uscire con le amiche. Aveva ragione! Mi ero rilassato, e le cose non potevano andare avanti così. Ho deciso di cambiare la mia vita e l'ho fatto sopratutto per me (ma non posso negare di averlo fatto per riconquistarla) Mi sono impegnato nel lavoro con nuovi entusiasmanti progetti, o preso ad avere cura della mia persona e del mio fisico rimettendomi in una forma invidiabile. Ho riallargato le mie cerchie di amicizie trovando le vecchie e avendone di nuove, ho coltivato nuovi interessi. Ho corretto quello che la mia ormai ex-ragazza a ragione mi accusava di sbagliare. Tutto questo praticamente non cercandola in questo periodo. Nel frattempo la mia ex ragazza, dopo pochi giorni prendeva a frequentare un altra persona, e visto che le cose non sono andate da subito con questa inizia a frequentarsi con un altra persona ancora.Nel momento in cui vengo a sapere tutto questo non molto tempo dopo mi sento come il primo giorno in cui mi ha lasciato, uno straccio, mi manca l'aria. Decido di invitarla ad uscire, passiamo una serata strana dove siamo tutti e due un po nervosi, io cerco il contatto con lei, lei sembra non volere. Finiamo a casa sua a vedere delle vecchie foto di un nostro viaggio. Io l'abbraccio, la bacio sulle guance. Lei all'inizio sembra non volere ma poi si abbandona. Non trovo il coraggio di baciarla, ho paura di un rifiuto e vado via (nonostante lei non mi avesse detto di farlo). Alcuni giorni dopo una ragazza mette un cuore sulla mia bacheca di un noto social network, lei scoppia immediatamente di gelosia e mi scrive 'Per fortuna che Tizia era solo un amica!!??' 'Le hai anche risposto, con me non lo facevi mai!!' Pensavo che qualcosa si stesse smuovendo in lei. Ci incrociamo un paio di volte nel nostro locale abituale, io sono con un gruppo di amici tra cui un altra ragazza. Il giorno seguente rovino tutto. Le dico che le devo parlare, vado a casa sua riportandole alcuni suoi regali e le chiavi di casa. Lei invece che sul divano mi invita a appoggiarci sul letto perche vuole riposare. Io a quel punto le dichiaro il mio amore ancora vivo, uso le parole più toccanti e significative per il nostro rapporto e le dico che però so che frequenta un altro non possiamo continuare il nostro rapporto di amicizia perchè è sofferenza. Quindi se non accetta il mio amore sarebbe meglio non vederci mai più. C'è bisogno che dica come sia andata a finire??? lei dice che gli dispiace da morire ma che non può dare più di questo in questo momento non sa per il futuro, usa le parole: 'magari domani mi sveglio e ci sto male' sembra volersi giustificare del fatto di non amarmi, forse gli faccio pena?Ultimo atto ieri sera ci incontriamo nel nostro locale preferito, io faccio finta di non vederla quando entra, lei fa di tutto per mettersi in mostra, si mette a conversare con altri uomini, quando esco dal locale due o tre volte esce anche lei sempre per farsi vedere in conversazione con altri ragazzi, gesticola come per mettersi in mostra. Io ero al tavolo con altri amici ed alcune ragazze (tra cui una di cui è sempre stata gelosa).Noto che ogni tanto mi osserva cercando di non farsi notare, l'ho fatto anche io del resto.La mia domanda è questa dottore, c'è un qualsiasi modo per recuperare questa situazione? All'inizio pensavo o forse mi illudevo di andare nella giusta direzione ma nel momento che ho scoperto di altri nella sua vita mi sono perso. Mi sono rovinato con uno stupido ultimatum. Sebbene il nostro rapporto non fosse dei migliori io mi sono reso conto di amarla davvero e di aver sbagliato molto,. Di voler costruire un rapporto nuovo e solido. Son sicuro lei abbia riconosciuto il fatto che ora sono una persona nuova. Ma come posso trovare il modo di avere una seppur piccola possibilità? Grazie di cuore.

Risposta:
Caro amico,
La vostra storia soffre di gioventù e solo una reale separazione potrà farti meglio vedere le possibilità con cui questa storia può evolversi.
"Rimanere amici" e continuare a frequentare gli stessi posti e forse la stessa gente aiuta ad alimentare solo atteggiamenti negativi. Occorre che tu faccia lo sforzo di cambiare i luoghi di incontri con gli amici, almeno per un periodo.
Così facendo, avrai modo di vivere più serenamente le uscite con gli amici ed allo stesso tempo ragionare "a freddo" sulla vostra storia. Di contro, darai modo a lei, non vedendoti, di ripensare ai sentimenti che prova per te.

Un caro saluto.
Dottor Amore


Per una consulenza privata, personalizzata e approfondita via mail, potete richiederla al costo di 9,90 eur, cliccando il pulsante qui sotto.


Consulenza Privata
Dottor Amore
via mail
€ 9,90
Scrivi a Dottor Amore

LEGGI ANCHE: