problema d'amore 1038mercoledì 20 settembre 2017

Ci lasciamo, ci allontaniamo. Ma poi lui mi cerca ancora per una amicizia.

Ciao,
sono una ragazza di 19 anni, e sono stata lasciata da almeno un mese.

Ho bisogno di un consulto.. scusa per la lunghezza del commento.

Io credo di aver capito cosa ha portato il mio ex ad allontanarsi da me, e sento anche di aver accettato questa situazione o almeno di essermici abituata.

Ho provato anche ad individuare le mie colpe ma so che in fondo non dovrei incolparmi di nulla perchè nessuno è perfetto e in un rapporto ci si dovrebbe amare incondizionatamente.

Eravamo una bella coppia, siamo stati 3 anni insieme, c’era feeling, passione, intrigo, voglia di parlarsi e passare il tempo insieme, avevamo interessi comuni e anche amicizie comuni.. ci completavamo.

Durante questo periodo di solitudine però ho avuto l’occasione di riflettere e di maturare e ho capito che forse la nostra relazione non era così perfetta come sembrava, l’ultima anno è stato un pò travagliato.

Nonostante i litigi non fossero così frequenti, e l’amore che vedevo io era molto più forte di qualsiasi problema di incompatibilità, di tanto in tanto tra me e il mio ex si venivano a creare delle situazioni di forte contrasto dovute alla mia (secondo lui) pesantezza riguardo certe situazioni e la sua (secondo me) superficialità.

Detto in parole povere io me la prendevo per qualche suo atteggiamento scorretto nei miei confronti (anche se ammetto che qualche volta forse ho esagerato ma non ero lucida come lo sono adesso) e lui invece di cercare la riconciliazione o il chiarimento preferiva etichettarmi direttamente come la pesante della situazione.

Io credo che a lungo andare queste situazioni abbiamo mutato i suoi sentimenti e le sue considerazioni nei miei riguardi.

Ci sono stati alcuni tira e molla prima di lasciarci definitivamente in uno dei quali, preso dalla rabbia e dall’agitazione il mio ex ha ammesso di non tollerare più la relazione, che non gli piacevano più i miei modi di fare, il mio modo di pensare e che secondo lui ero “confusa” ferendomi profondamente..

nonostante ciò la mancanza e la voglia di stare insieme continuava ad esserci e io ho sempre dimenticato tutto quello che mi diceva perchè l’unica cosa che volevo era stare con lui.

Tornavamo quindi insieme cercando di migliorarci e lui talvolta mi chiedeva di fargli notare i suoi sbagli come se avesse buona volontà e voglia di sanare il rapporto, riprendevamo le nostre belle abitudini, a condividere i bei momenti insieme, gli interessi etc, e i momenti di passione non mancavano.

La rottura definitiva è avvenuta dopo un litigio che ha cambiato il suo umore per tutta la giornata, come se le sue insicurezze fossero emerse tutte insieme a causa di una discussione, a fine giornata mi chiede una pausa di riflessione perchè non voleva prendere decisioni senza aver prima riflettuto.

Dopo quasi due settimane in cui ci siamo sentiti di rado e in cui mi sentivo piuttosto confusa (infatti mi comportavo sempre in maniera diversa) ci incontriamo per parlare e passiamo una piacevole serata insieme come ai vecchi i tempi, non mancano gli sguardi felici, i discorsi, il senso di serenità e gioia e anche qualche carezza.

A fine serata lui confessa di non amarmi più, di voler cambiare vita, di aver dato il meglio di se ma di non sentirsi felice e soddisfatto del rapporto, che si è reso conto che la mancanza che prova quando non sta con me non rappresenta il reale bisogno che lui ha di me e che secondo lui mi merito di meglio.

Sono passate due settimane, e durante questo periodo ho cercato di lavorare molto su me stessa, di progettare il mio futuro, di coltivare passioni, di darmi da fare e di migliorarmi anche se inizialmente ho sofferto molto.

Io non l’ho mai cercato perchè ormai lo ritenevo inutile e ho cercato di concentrarmi su me stessa, inizialmente gli ho anche chiesto di lasciarmi in pace ma lui dopo un periodo di silenzio mi ha cercato e poi si è pentito, mi ha chiesto scusa per avermi contattato e io con educazione gli ho detto di non preoccuparsi.

Ho continuato a non cercarlo fino a quando lui non mi ha chiesto di incontrarci per passeggiare, incredula e anche preoccupata gli ho chiesto se ci fosse qualcosa che non andasse ma lui mi ha risposto che era tutto a posto e che a volte sente il bisogno di parlare con me come amica, io gli ho detto che poteva contattarmi quando voleva se aveva dei problemi e aveva bisogno di parlarmi ma che non mi sembrava il caso di vederci (non so se sopporterei la situazione).

Mi chiedo se io stia facendo la cosa giusta, cosa dovrei pensare?
come dovrei continuare ad agire?

Forse avrei dovuto accettare la proposta e parlare con lui, ammetto che solo adesso mi sento più “matura” e lucida mentre prima ero immersa nel rapporto e ho reagito di istinto a quasi ogni situazione magari compromettendola..

e sento come se qualcosa fosse ancora irrisolto ma magari mi sbaglio, mi chiedo se dovrei chiedergli scusa per qualcosa, se dovrei essere gentile con lui oppure evitarlo, se avrei dovuto lasciargli un ricordo diverso di quello di una ragazzina disperata..

Sono ancora innamorata di lui anche se non so se lo amo come prima, mi sento ferita e tradita e questa situazione un po mi sta cambiando, non sono nemmeno sicura di voler tornare con lui perchè temo non sia in grado di amarmi più ma sento ancora un vuoto dentro che deve essere colmato e spero sempre in uno spiraglio di luce aperto per il nostro rapporto, in fondo la nostra storia è stata veramente importante sia per me che per lui anche se apparentemente potrebbe non sembrare e ci siamo amati tanto.

Temo che non ci sentiremo più perchè lui credo voglia solo un'amicizia per adesso e io non vorrei rischiare di soffrire ancora, inoltre temo che lui si stia abituando a tutta questa situazione e al vivere senza l'altro, e forse.. anche io.

Risposta:
Cara amica,
dal tuo racconto credo che tra i due l'unico a non essere veramente pronto a chiudere la relazione sia stato lui.

Tu hai dimostrato molta maturità nell'accettare la fine della relazione e concentrarti su te stessa nonostante l'innamoramento di lui sia ancora vivo. Complimenti per la reazione, sei riuscita a non farti sopraffare dalle emozioni e continuare la tua strada, seppur con qualche sofferenza, non contattandolo.

D'altro canto, lui ha dimostrato l'opposto, mentendo probabilmente a se stesso. Tutta la sua sicurezza usata nel discorso per troncare la vostra relazione, si è sbriciolata in un piccolo periodo di solitudine definitiva. E nella solitudine dopo un rapporto è molto facile cadere preda di forti squilibri emozionali, portando a stravolgere la razionalità degli eventi passati. Fintanto alle sue stesse parole.

Mi viene difficile credere che il suo tentativo di "rimanere amici" non abbia altri fini se non quello di provare a ricostruire un rapporto con te.

In più immagino che siate grossomodo coetanei e nella tua età sono molti i cambiamenti che si vivono dal lato sentimentale ed emozionale.

Dovresti dare ascolto alle tue ferite ed al tuo senso di tradimento e andare avanti per la tua strada, vivere nuove esperienze. Non voglio dirti che incontrerai nel tuo cammino una persona che sarà capace di non darti più quele sensazioni, anzi... Piuttosto ti sto invitando a non reprimere quelle sensazioni e dar loro il modo di emergere e sfogarsi. Anche se questo può significare non dare a lui l'opportunità di riprovare a riallacciare. In primo luogo devi volere bene alla persona più importante: te stessa. Sempre.

Ci saranno altri tempi ed altri spazi per fare nuove esperienze o dargli una seconda possibilità.
A leggerti, questo non mi sembra proprio il momento per provare a ritornare come coppia.
Ed è giusto che tu rispetti questi tuoi sentimenti, questo tuo sentire. Non spaventarti.

Lascia solo che il tempo ed i passi che farai nella tua vita ti permettano di curare le ferite, per il momento.
Capirai meglio, un domani, se realmente provi ancora amore per lui oppure no.

Per il momento mantieni nel tuo cuore quanto di bello c'è stato nella vostra storia, chiudilo in un piccolo scrigno e vai avanti per la tua strada.

Un abbraccio.


Per una consulenza privata, personalizzata e approfondita via mail, potete richiederla al costo di 9,90 eur, cliccando il pulsante qui sotto.


Consulenza Privata
Dottor Amore
via mail
€ 9,90
Scrivi a Dottor Amore

LEGGI ANCHE: