Dottor Amore: consulenza online per problemi sentimentali

Dottor Amore: consulenza online per problemi sentimentali

...più info


Per avere una consulenza privata, specializzata, personalizzata e approfondita via mail, potete richiederla al costo di 9,90 eur, cliccando il pulsante qui sotto.


Consulenza Privata
9,90 €
ci sono 520 messaggi in 104 pagine.
Stai visualizzando la pagina 5
problema d'amore 1003domenica 16 aprile 2017

Salve dottor amore io sono M*** ,un ragazzo di 16 anni, e durante un corso di croce Rossa ho conosciuto una bellissima ragazza , sono anche riuscito a farmi dare il numero ( durante il corso ho scambiato solo due parole) ma è passato quasi un mese ma non lo più sentita ; sono molto timido e inesperto dato che è la prima volta che ho una ragazza(anche lei ha 16 anni).Mi servirebbe un qualcosa per rompere di nuovo il giacchio via messaggio tipo una battuta o cose così , qualcosa con cui io riesco a farla interessare a me e distringuermi dagli altri maschi .
Grazie in anticipo di tutto

----------

Risposta:
Caro amico,
la tua timidezza può trasformarsi in un pregio che ti possa distinguere dagli altri.

Perciò non viverla come un difetto, ma come un pregio che ti potrà aiutare ad avvicinarti a lei.

Quindi una semplice ammissione ti aiuterà a farla intenerire e ad essere sincero allo stesso tempo.

Un messaggio del tipo: "Scusa se non mi son fatto sentire prima. In realtà mi interessi tanto, ma la mia timidezza mi ostacola. Ti disturbo se ti chiamo adesso per una chiacchierata? Vorrei sentirti..." o qualcosa del genere può essere un buon punto di partenza.

Ovviamente dovrai farlo in un orario appropriato, dove in caso di una sua risposta positiva dovete avere tutta la tranquillità ed il tempo per sentirvi al telefono.

Il resto verrà da se. Cerca di sdrammatizzare la tensione con te stesso, usa dell'autoironia per spezzare le situazioni che più ti imbarazzano e tutto andrà bene.

In bocca al lupo!

problema d'amore 1002lunedý 17 aprile 2017

Ciao mi chiamo M*** ho 20 anni e mi sono innamorata del mio migliore amico di 32 anni.

Lui questo lo sa e anche lui prova qualcosa per me.

Quando gli dico di dirlo ai miei genitori, lui si rifiuta dice e una cosa nostra.

Poi non mi chiama non mi manda messaggi. Niente. E io sinceramente sto male, mi sento sola.

Non so piu cosa fare, cosa mi consiglia?

Attendo fiduciosa la sua risposta.
Grazie per adesso

----------

Risposta:
Cara amica,
tutto passa attraverso un dialogo che deve essere tra voi più profondo e sincero.

Sicuramente ci saranno delle paure, dei timori da affrontare. Magari da parte sua ti ha ancora espresso pienamente il perché delle sue titubanze.

Partite quindi da un dialogo più pensato e profondo.

Ritagliatevi uno spazio per poter chiacchierare. Evita di affrontare questi argomenti via telefono o, peggio ancora, via messaggio.

Prendi del tempo con lui per approfondire gli aegomenti del vostro rapporto, i timori e le aspettative. Sii tu per prima a fargli un discorso aperto e sincero riguardo le tue aspettative. Poi dovrai prestare molta attenzione per ascoltare le sue ragioni, impegnandoti a non interromperlo.

Solo dopo avrai abbastanza strumenti per fare i prossimi passi.

problema d'amore 1001mercoledý 20 settembre 2017

Gentil Dottore Amore,
avrei assolutamente bisogno di un consiglio.

Io sono molto innamorata di un ragazzo che è 8 anni più grande di più.

Quando ci vedevamo lui era molto tenero con me, mi sorrideva, mi faceva occhiolini, c'erano sguardi di intesa.

Quando gli ho rivelato i miei sentimenti, lui è cambiato.

Nei miei confronti è diventato freddo e non mi guarda più come un tempo.. che fare?

----------

Risposta:
Cara amica,
mi manca un dato fondamentale per poterti dare un aiuto: le vostre età.

Ci sono fasce di età in cui otto anni di età possono segnare una differenza importante in una relazione d'amore.

Ad esempio, se tu dovessi essere nella fascia d'età adolescenziale e lui no, tutti i meccanismi cambiano e, spesso, possono nascere enormi fraintendimenti.

Prova a riscrivermi indicando le età di tutti e due.

Un caro saluto.

problema d'amore 992mercoledý 20 settembre 2017

Salve Dottor Amore,
Tra qualche mese compirò 20 anni (e sono una donna) mi piacerebbe che lei mi desse qualche consiglio su quello che le sto per raccontare.

Quasi 5 anni fa ho conosciuto tramite un social network un ragazzo di un'anno più grande che dista a 3 ore da casa mia e qualche mese più tardi decidemmo di incontrarci per la prima volta.

Avevamo o meglio abbiamo creato un rapporto di amicizia molto stretto e questo rapporto sta proseguendo molto bene perchè riusciamo a capirci senza problemi, io e lui abbiamo sempre avuto dei gusti abbastanza uguali ma che rientrano nella stessa categoria e quindi potevo dedurre che mi piaceva ma fu una cosa che durò un mesetto.

Un'anno dopo lui si mise con una ragazza ed io non ebbi nessun problema ovviamente, poi io cominciai una relazione con un suo amico che mi fece conoscere ma che sfortunatamente ci lasciammo 1 anno dopo e stessa cosa lui con la sua ragazza.

Ogni volta che mi succedeva qualcosa senza pensarci prendevo il mio telefono e digitavo il suo numero e gli raccontavo ogni minimo dettaglio perchè lui per me è come una corda su cui aggrapparmi.

Ora sono passati quasi 4 anni da quando ci siamo conosciuti e 2 anni da quando ci lasciammo con i nostri "partner" e noi adesso socializziamo ancora come se fossimo due fratelli, e purtroppo io a causa di svariati problemi personali soffro di depressione e lui ne è perfettamente consapevole.

L'ultima volta che lo vidi fu una settimana fa (quando può viene a trovarmi a casa e ci resta per qualche giorno a causa della distanza) io stessa notai che presi un'altro comportamento come se non avessi più il coraggio di guardarlo in faccia, allora iniziai a farmi tantissime domande con tanto di ansia che durarono 5 giorni e alla fine capii che a me questa persona piace tantissimo, ho capito che provo dei sentimenti e così presi la decisione di confessargli tutto

ma.... lui, nonostante questi 4 anni di amore e d'accordo, non ha mai provato qualcosa per me e a me questa cosa mi è restata ferma nella gola e adesso non saprei cosa fare, non so se insistere oppure no, aspettare oppure no, vorrei tanto che provasse a fare un piccolo passo perchè io farei di tutto pur di tenerlo stretto vicino a me.

Cosa potrei provare a fare??

Spero che legga questa storia, perchè sono davvero molto giù di morale.
La ringrazio tantissimo.

----------

Risposta:
Cara amica,
gli anni che stai vivendo sono quelli più ricchi di nuove esperienze e densi di emozioni che porterai con te per tutta la vita.

E assieme ad esperienze ed emozioni ci sono anche tanti cambiamenti. Non mi hai scritto l'età di lui, ma credo che siate più o meno coetanei.

L'idea di passare da una relazione di amicizia ad una relazione di amore per molti può essere una sorta di shock, un'emozione inaspettata e densa che potrebbe portare istintivamente sulla difesa, sul rifiuto.

Leggendo il tuo racconto mi pare di capire che il suo rifiuto è stato repentino e secco. Se così dovesse essere devi portar pazienza e dargli il tempo per metabolizzare l'accaduto.

Spero per te che sia solo una semplice questione di imbarazzo momentaneo che lo ha costretto alla fuga, in quanto non sapeva far fronte a quel mix di emozioni ancora troppo nuovo.

L'intesa che c'è sempre stata tra voi è un buon segnale per far evolvere una bella amicizia in una storia d'amore. Ma purtroppo devi anche accettare il fatto che non può essere una certezza per questo tuo desiderio.

Può anche essere che lui non abbia ancora maturato il sentimento nei tuoi riguardi, che non sia arrivato a capire che, in fondo, prova qualcosa di più di una semplice amicizia.

Dagli tempo.

Lavora per ristabilire serenità ed equilibrio emozionale in te, debellando lo sconforto per l'accaduto. Solo dopo sarai pronta per provare a contattarlo con le stesse modalità di sempre e porgli delicatamente delle domande su quel che prova per te. Se riuscirai a superare l'imbarazzo, arriverai ad un punto in cui lui vorrà essere ascoltato. Ascoltalo con tutta la tua comprensione ed attenzione. Solo dopo riuscirai ad avere una visione più completa e potrai prendere le tue decisioni con più consapevolezza.

Un abbraccio.

problema d'amore 991mercoledý 20 settembre 2017

Salve a tutti ,vorrei raccontarvi la mia storia e ascoltare il vostro parere perché soffro molto.

4 anni fa, io 24 anni lui 40..lui separato due figli, fidanzato da 8 anni con altra donna con la quale doveva sposarsi dopo un anno e mezzo circa.

Io fidanzata da 5 anni.Lui titolare di un negozio di abbigliamento, intestato alla sua fidanzata, quindi "a metà" con lei, dove ci lavora la mia migliore amica. vado spesso a trovarla, lui è lì, ci parlo, lo conosco... fino a che mi contatta e mi dice che gli piaccio da morire e che non sa cosagli sta succedendo ma sente di essere pazzo di me...

...mi lascio andare, premesso che con il mio ragazzo non ci stavo più bene da tempo.. lui con la fidanzata tutto ok, mai dettomi una parola contro di lei, anzi addirittura mi parlava del suo matrimonio e ne era contento dicendomi che lei gli è stata molto vicino poiché lui dopo la separazione ha sofferto molto sopratutto per i figli ecc

....quindi sembrava che a lei davvero doveva tutto.... passa il tempo e ci innamoriamo... follemente... io segno scorpione, lui pure... la passione, il fuoco, l'amore.... io non gli parlo mai di noi, di un nostro futuro.. lui mi fa domande: lasceresti mai lui per me? ti metteresti mai contro la tua famiglia per noi? (sapevamo che non lo avrebbero accettato)

..io gli dicevo che avevo paura ma sognavo la mia vita con lui.. ma ero terrorizzata, tremavo.. mi faceva paura quella situazione.... lui diceva che non sarebbe stato semplice ma che almeno rispetto a me che restavo muta alle domande, ci avrebbe almeno voluto provare ma non si sentiva abbastanza "stimolato"da me.. diceva che una donna che ama davvero un uomo si mette contro tutti...

Spesso mi fa battute della serie "sei ancora in tempo" tra un mese mi sposo, oppure "un giorno ti morderai le mani".

insomma mi fa sentire spesso in colpa.. in altri momenti invece mi dice "non lo abbiamo voluto abbastanza "la situazione è più complessa di quello che crediamo ecc..... passa il tempo e arriva il giorno. si sposa... io sto malissimo... ma la storia continua... tutto e sempre di nascosto.. lui continua a dirmi che mi ama.. piange, si dispera... mi dice che la vita è stata ingiusta con noi e che se avesse avuto la possibilità di scegliere avrebbe scelto me. In altri momenti diceva: se ci penso non avrei lasciato quello che avevo per un donna più giovane.
mi ha confusa molto .

Nel frattempo ha avuto una bambina, terzo figlio, gravidanza che non desiderava ma mi diceva che era costretto in quanto lei giustamente desiderava un figlio perché aveva quasi 37 anni e temeva di non poterne più avere... lui ancora mi cerca, tutti i giorni, ok forse meno di prima ma ancora ci vediamo e non so nemmeno perché. cosa ne pensate ?

Aiutatemi..
Voglio aggiungervi che in questi 4 anni non mi ha fatto mancare nulla. mi ha trattata come se davvero fossi stata la sua donna. è sempre scappato da lei per venire da me. mi ha protetta, mi è stato vicino in ogni mia difficoltà. e prima che si sposasse siamo anche stati pizzicati due volte e lei lo ha perdonato. il mio ragazzo mentre mi ha lasciata lui ha continuato a cercarmi nonostante tutto e non voleva perderti...

ma quando in preda alla disperazione, la seconda volta che ci hanno beccati, gli ho chiesto di metterci assieme, di scappare via (tanto oramai non avevamo più nulla da perdere), lui mi ha risposto: non posso andare via così come un vigliacco, qui ho due figli, e non posso lasciare lei in queste condizioni dopo averle fatto tutto questo male... devo starle vicino, ho paura faccia qualche follia.
io sto ancora male e ancora lo frequento, non riesco a stare senza di lui. come è possibile questo?

Lui dice che dobbiamo separarci perché devo farmi una vita, al contempo mi desidera ma si sente in colpa perché una volta che stiamo assieme facciamo ciò che dobbiamo fare e poi via tutti a casa
..anche se ci sono coccole abbracci, chiaccchierate e via dicendo ...
dice che non è cambiato nulla in termini di sentimento da 4 anni fa ad oggi.. che mi vuole troppo bene

...parlando con alcune mie amiche loro mi hanno detto che probabilmente lui è un po' malato ...e mentalmente instabile ...ma
vorrei il parere di un esperto.

Grazie davvero.

----------

Risposta:
Cara amica,
sicuramente dal tuo racconto la sua serenitàsentimentaleegeneralenon sembra avere un grande equilibrio.
L'atteggiamento è tipico di un insicuro che non riesce a prendere una direzione chiara nella sua vita perché non vuole rinunciare a nulla, creando così dei grandi conflitti in se stesso e nelle persone della sua vita.

Se da un lato una persona così può suscitare empatia nella sua indecisione e nella sua "dannazione" delle relative conseguenze, dall'altro è molto facile farsi trascinare in situazioni controverse se non si ha la capacità di  prendere delle posizioni nette.

Tutti siamo chiamati più volte nella vita a prendere delle posizioni. Rimanere fermi nelle indecisioni porta a rimanere bloccati in delle non situazioni che non riusciranno a soddisfare e creeranno solo ulteriore frustrazione.

Vedo, purtroppo, dei segnali analoghi da parte tua in questo racconto. Di fatto sembra che tu ti stia facendo trascinare dalla situazione più che prendere una posizione netta rispetto a tutta questa confusione.

È importante, infatti, che tu prenda un momento di profonda riflessione sulla situazione.
Inizia col chiederti cosa ti aspetti dalla vita, a prescindere dalla presenza di lui.
Ragiona profondamente su quelle che sono le tue aspettative riguardo la vita sentimentale ed i passi che stai facendo per raggiungerle.
Ragiona anche su quello che realmente lui può darti rispetto alle aspettative di vita e sentimentali che hai.

Se dopo aver fatto questa riflessione noti che questa situazione, dopo quattro anni, ti sta portando più lontano dai tuoi obiettivi, allora sarà il momento per te e te soltanto di prendere una posizione.

Non è mai semplice fare delle scelte nette, lasciando il resto fuori dalla propria vita. Ma ci sono delle situazioni in cui si è chiamati a farlo e questa, con buona probabilità, lo è. Non spaventarti sii coraggiosa e fai la tua scelta netta e chiara.

Rimanere in una situazione ibrida, dove puoi essere amata solo di nascosto, dovrebbe essere per te un grande stimolo per scegliere di prendere una strada diversa di quella con lui.

Un abbraccio.

Scrivi a Dottor Amore
Leggi anche le altre risposte, selezionando una pagina qui sotto


LEGGI ANCHE: